L’infinita bellezza naturale e la varietà di culture incredibili sul nostro pianeta rendono la scelta di una meta di vacanza escursionistica una sfida. Abbiamo ristretto la vostra lista di destinazioni per il 2020 – cinque località in quattro paesi che offrono trekking di livello mondiale e sono degni di un lungo viaggio.

Questi luoghi ti portano attraverso la mappa, dal Vietnam allo Utah, e attraverso una varietà di paesaggi, dalle spiagge di sabbia nera ai passi montani andini.

Ecco la selezioni dei 5 migliori viaggi trekking per il 2020.

Ricordiamo che per via dell’emergenza Coronavirus è bene informarsi sulle leggi in vigore nei vari Paesi

1. Escalante-Bryce Inn-Based Tour, Southern Utah

Una regione apparentemente impenetrabile delle dimensioni del Delaware si trova isolata nel mezzo del deserto dello Utah. Tuttavia, i canyon di Escalante nascondono un labirinto di sentieri tra le rocce di arenaria. Il vorticoso rosso slickrock e i lavaggi pieni di legno di cotone dei canyon meridionali dello Utah sono una meta escursionistica degna di essere visitata da escursionisti di ogni livello di abilità. Questa regione è remota e misteriosa: era l’ultimo posto negli Stati Uniti continentali ad essere mappato. Mentre il fiume Escalante si è fatto strada nel deserto, scegliendo la via meno resistente, ha lasciato sulla sua scia strette fessure e archi nascosti. Segni di antichi corsi d’acqua e di recenti inondazioni esistono sotto forma di buche e grotte, mentre le insenature e le cascate attuali sono ricercate oasi nel caldo secco dell’estate.

Certo, il Grand-Staircase Escalante National Monument è più appartato di altre destinazioni desertiche (come il Grand Canyon). Tuttavia, con una corretta pianificazione e uno spirito di avventura, questa piccola fetta di mondo offre infinite opportunità di esplorazione.

Itinerario

Primo giorno: Canyon dell’Escalante superiore

Questo mite primo giorno offre splendidi paesaggi mentre si cammina per due miglia nel canyon del fiume Escalante superiore. Seguite il sentiero a monte mentre attraversate ruscelli e attraversate letti di fiume sabbiosi. Dopo un miglio e mezzo di escursioni, ci si avvicina all’Escalante Natural Bridge, una formazione impressionante che attraversa un canyon laterale che si fonde con il fiume Escalante. Questo ponte si è formato nel corso di migliaia di anni mentre l’acqua scorreva nella valle, scavando la morbida pietra arenaria. Se si cammina un po ‘più in basso il sentiero, è possibile individuare un arco naturale lungo lo skyline. Ritornate indietro, ammirando le imponenti pareti del canyon sopra di voi e godendovi gli aromi del sagebrush.

Secondo giorno: Cascate del torrente Calf Creek

Calf Creek Falls cade 126 piedi mentre si schianta su una scogliera di arenaria e in una piscina sottostante. Questa oasi del deserto è accessibile attraverso un sentiero escursionistico di 6 miglia di andata e ritorno. Il sentiero inizia lungo Calf Creek e attraversa un lussureggiante habitat ripariale circondato dall’arenaria di Navajo. Questo habitat permette alle specie animali e vegetali di prosperare, quindi tenete d’occhio la fauna selvatica. Una volta arrivati a Calf Creek, prendete in considerazione la possibilità di fare un tuffo freddo nella piscina verde smeraldo sotto le cascate.

Terzo giorno: Arco di Phipps

L’escursione odierna segue Phipps Wash mentre si scende verso Phipps Arch, una destinazione raramente visitata nella regione dell’Escalante. Questo viaggio richiede un’esperienza di ricerca di percorsi e di escursioni nel deserto, poiché questo arco nascosto non ha accesso ufficiale ai sentieri. Escursione attraverso lo slickrock e la sabbia verso l’arco. Macchie di vernice del deserto: linee scure che indicano depositi di ferro e manganese lasciati dal vento e dalla pioggia. Siate consapevoli quando vi avvicinate all’arco e camminate solo su superfici durevoli. Fragile suolo criptobiotico ha richiesto decenni per formarsi e può essere ucciso in un solo passo.

Quarto giorno: Giardino del diavolo e Peek-a-boo e Spooky Canyon

Una gita a Peek-a-boo e Spooky canyon è una delle esperienze escursionistiche più insolite nei dintorni. Si parte dall’alto dell’altopiano mentre ci si dirige verso Dry Fork Wash. Camminare lungo il Wash, tenendo d’occhio una serie di gradini tagliati nell’arenaria all’ingresso del canyon di Peek-a-Boo. Salire questi gradini per entrare nell’incantevole mondo degli archi e delle buche scavate nell’acqua. Lavorare il vostro senso attraverso gli ostacoli naturali fino alla fine del canyon e girare a destra per fare un’escursione ad anello.

Una breve escursione attraverso un altopiano vi porta allo Spooky Canyon: la fessura stretta e scura che può far emergere la claustrofobia in chiunque. Scramble giù per le rocce incuneate tra il canyon, e potrebbe essere necessario togliere lo zaino e mescolare lateralmente tra le pareti del canyon. Se c’è ancora tempo dopo questa breve avventura, fermatevi al Giardino del Diavolo sulla via del ritorno al vostro alloggio. Lo strano assortimento di hoodoos e formazioni rocciose a forma di onde vi farà sentire come se foste entrati in un lontano mondo delle fate.

Quinto giorno: Anello Navajo Loop, Bryce Canyon

L’ultimo giorno di questo viaggio in lodge, farete le valigie, lascerete la locanda e proseguirete verso il Bryce Canyon National Park. Qui, scenderai dal bordo del canyon mentre ti meraviglierai di fronte alle scogliere a picco sulla formazione di Wall Street. Passeggiate tra gli hoodoos della Silent City e tornate in cima all’anfiteatro per concludere il vostro breve ma ripido trekking.

Dettagli del viaggio

Durante questa avventura nel deserto basata su lodge, soggiornerete allo Slot Canyons Inn B&B a Escalante, Utah. Tutti i pasti sono inclusi, dai pranzi da picnic preparati dalla vostra guida ai pasti abbondanti presso la fattoria a tavola Hell’s Backbone Grill. Wildland Trekking Company si occupa di tutta la logistica nella pianificazione dei viaggi, in modo che possiate concentrarvi sulle escursioni e sul relax. Se si preferisce eseguire questo itinerario in modo indipendente, ci sono una varietà di sistemazioni a Escalante e Boulder, tra cui locande e campeggi.

Quando farlo

Le escursioni nel deserto sono più piacevoli in primavera e in autunno, quando le temperature scendono e l’acqua è più abbondante. Tuttavia, fate attenzione in primavera, perché livelli d’acqua più alti possono rendere più difficile l’attraversamento dei corsi d’acqua. In tarda estate e in altre stagioni piovose, fate attenzione alle inondazioni improvvise se entrate nei canyon e fate un’escursione nei lavaggi.

2. Sapa Trek & Ha Long Bay, Vietnam

I dolci pendii montuosi del Vietnam e la vivace cultura attirano molti visitatori all’anno, per una buona ragione. La sua epica bellezza naturale, i mercati colorati e la gente del posto sono innegabilmente avvincenti. In Vietnam, si può passare dalla vivace vita cittadina di Hanoi alla drammatica costa di Ha Long Bay in meno di tre ore. Ottimi trasporti pubblici, spiagge incantevoli e una cucina deliziosa fanno di questa destinazione da sogno per i viaggiatori. A completare l’offerta con straordinarie escursioni attraverso campi di riso terrazzati, e si hanno le carte in regola per un viaggio indimenticabile.

Itinerario

Giorni 1 e 2: Hanoi

Questo viaggio inizia ad Hanoi, il centro culturale del Vietnam e una città vibrante caratterizzata da strade strette e mercati affollati. Trascorrete due giorni acclimatandovi e visitando la ricca storia che il Vietnam ha da offrire. Visita al Mausoleo di Ho Chi Minh e al Museo delle Prigioni Hỏa Lò, dove sono stati tenuti prigionieri di guerra durante la guerra Vietnam-USA. Ammirate l’architettura tradizionale ammirando il Tempio della Letteratura, che, progettato nel 1070, è uno degli edifici più pittoreschi del Vietnam. Godetevi un pomeriggio e una serata gratuiti fino all’imbarco alle 22.00 su un treno notturno in direzione di Sapa.

Giorno 3: Sapa

Sapa (Sa Pả) si trova tra le montagne a terrazze verde smeraldo del Vietnam nord-occidentale. Dopo l’arrivo al mattino presto, cogliete l’opportunità di esplorare Sapa a piedi a un ritmo informale. Il Sapa Market offre l’opportunità di curiosare tra i prodotti fatti a mano e di interagire con la gente del posto. L’impressionante scenario che circonda Sapa attirerà la vostra attenzione mentre il vostro entusiasmo si costruisce per il vostro prossimo trekking.

Giorni 4 – 6: Sapa Village Trek

Questo trekking di tre giorni vi porta attraverso risaie, passando per montagne nebbiose e villaggi panoramici nelle montagne Hoàng Liên Son. Escursione da Sapa a Ta Van Village, dove vi sistemerete per la notte presso la Ta Van Ecologic Homestay. Queste famiglie sono la quintessenza di un trekking attraverso la campagna che circonda Sapa, dove si vive una vita familiare multigenerazionale e si impara a cucinare la cucina locale.

Proseguite, colpendo i villaggi di Giang Tai Chai e Ba Ho, dove vive una vasta gamma di persone tra le tribù etniche minoritarie delle colline. Incontrerete persone delle tribù Black Hmong, Red Dzao e White Tay, tra gli altri. La gente del posto è incredibilmente amichevole ed è un punto culminante del viaggio per conoscere gli individui lungo il sentiero e nelle famiglie ospitanti. L’ultimo giorno, camminate attraverso Nam Tong mentre vi dirigete verso Thanh Phu, dove terminerete il vostro viaggio.

7° giorno: Sapa

Dopo una notte a Sapa alla fine della vostra escursione di tre giorni, iniziate un’escursione di 4 miglia in direzione di Lech, un villaggio di Red Dzao. Qui potrete conoscere il popolo dei Red Dzao, la loro storia e il loro stile di vita. Dopo il ritorno da questa breve escursione, un viaggio di cinque ore e mezza in autobus vi riporta ad Hanoi.

Giorno 8: Crociera sulla Baia di Ha Long Bay

Nessun viaggio in Vietnam è completo senza una visita a Ha Long Bay, una delle principali destinazioni turistiche del nordest del Vietnam. Qui, crociera verso l’isolotto Da Chong a bordo della nave Orchid Cruises. Le torri di pietra calcarea, sormontate da una lussureggiante foresta pluviale, si ergono dalle acque smeraldine. Un rapido viaggio laterale alla grotta di Trung Trang ti permette di esplorare un ecosistema unico su una di queste isole verdeggianti. Tornate a bordo della nave e trascorrete la serata ammirando il sole e la vista sulla Lan Ha Bay, una regione spettacolare con insenature nascoste e bellissime spiagge. Imparate le ultime novità la sera con un corso di cucina tradizionale opzionale.

9° giorno: Ha Long Bay

Il culmine di questo viaggio inizia con una partenza anticipata per vedere Ha Long Bay all’alba. Partite su barche a remi di legno e kayak da mare per vivere da vicino questa splendida regione. Ritorno alla banchina e ritorno ad Hanoi, dove si conclude il viaggio. Trascorrete l’ultima serata ad Hanoi, ammirando le attrazioni turistiche e i suoni della città, un piacevole contrasto dopo le vostre giornate di relax a Ha Long Bay.

Dettagli del viaggio

Questo viaggio nel Wildland bilancia il lusso con l’esperienza locale. Durante le giornate di trekking a Sapa, una guida della tribù dei Black H’Mong accompagnerà il gruppo. La conoscenza diretta di questa guida è fondamentale per comprendere il modo di vivere in questa spettacolare regione. Alloggerete in famiglia dove la vita quotidiana della gente del posto vi circonda – è davvero un’esperienza coinvolgente. A Hanoi, Sapa e Ha Long Bay, soggiornate in sistemazioni di lusso, dagli ecolodges agli hotel e alle terme. Lascerai questo viaggio sentendoti realizzato e rinfrescato, con un profondo apprezzamento per la gente e i luoghi del Vietnam.

Quando farlo

La primavera (marzo-maggio) e l’autunno (agosto-ottobre) sono i periodi migliori per pianificare un viaggio in Vietnam in base al clima locale. Il Vietnam Trekking di Wildland Trekking si svolge solo durante questi mesi.

3. Laugavegur Skogar Hut-to-Hut Backpacking Trek, Islanda

Negli ultimi anni, l’Islanda è salita alle stelle come destinazione turistica. Anche se sei un viaggiatore che ama un’esperienza più solitaria, non lasciare che la sua popolarità ti scoraggi. L’Islanda è la patria di un paesaggio incredibile di montagne coperte di muschio vellutato, fiumi turbolenti e un arcobaleno di rocce riolitiche. L’escursione da capanna a capanna ti immerge in un paesaggio ultraterreno mentre cammini tra i rustici rifugi di montagna. Osservate le caratteristiche geotermiche in azione, attraversate i deserti di sabbia nera e osservate i torrenti d’acqua che scendono a cascata su scogliere frastagliate e verdi. Gli spettacoli e i ricordi di questo trekking con lo Skogar Backpacking Laugavegur Skogar Backpacking sono sicuri di rimanere con voi per anni a venire.

Itinerario escursionistico

Giorni 1 e 2: Arrivo & Landmannalaugar

Inizia il tuo viaggio in Islanda arrivando a Reykjavik. Questa capitale è sottilmente brulicante di vita, ma offre una serenità unica per un ambiente urbano. Prendetevi il pomeriggio per esplorare a piedi il piccolo centro città. La mattina seguente, salite su un autobus mentre viaggiate per più di quattro ore fino alla città di Landmannalaugar. Controllate i vostri alloggi in rifugio prima di partire per un’escursione giornaliera attraverso cime colorate di riolite e campi di lava. Una volta tornati dalla passeggiata, immergetevi nel torrente geotermico che costeggia la capanna. L’acqua calda della sorgente è fantastica, soprattutto in una serata islandese con le piogge.

3° giorno: Trek to Hrafntinnusker

Il trekking di oggi copre circa otto miglia su un terreno ondulato. Ammirate l’arcobaleno di colori della Brennisteinsalda, colorato di zolfo, ferro e molteplici tipi di depositi vulcanici. Nelle giornate limpide, guardate il monte Hekla e varie calotte di ghiaccio in lontananza. Preparati ad affrontare le condizioni di nebbia e umidità che caratterizzano il trekking islandese. Alla fine, raggiungere il rustico Hrafntinnusker Mountain Hut in alto su una cupola di ossidiana scura e rocciosa che domina la terra.

4° giorno: attraversamento dell’altopiano di Hrafntinnusker

Escursione attraverso l’altopiano di Hrafntinnusker per circa sette-dieci miglia (a seconda della capanna per la notte), per godere di una vista aperta durante l’intera giornata. Preparatevi: la natura esposta del sentiero fa sì che il vento possa diventare intenso! Iniziate attraversando le vellutate colline dove la neve permane per la maggior parte dell’anno. Trascorrete la seconda notte lungo il sentiero in un altro rifugio rustico, dove potrete rilassarvi e godervi una cena nutriente preparata dalle vostre guide.

5° giorno: escursione a Emstrur

Emergete dalle montagne e osservate il paesaggio trasformarsi dal verde al nero mentre entrate in un deserto di sabbia nera apparentemente infinito. I fiumi Ford e utilizzare ponti su torrenti scroscianti come si testimonia la potenza dell’acqua in questo paesaggio. Soggiornate presso le capanne Botnar nella valle dell’Emstur. Se il tempo lo permette, partite per un’escursione giornaliera verso l’impressionante canyon Makarfljotsgljufur e le vicine calotte di ghiaccio.

6° giorno: in viaggio verso Thorsmork

Il trekking di oggi copre una moderata decina di chilometri attraverso una varietà di terreni. Scendete ripidamente per attraversare il fiume Emstrur, oltrepassare il bordo di ghiacciai epici ed entrare in una foresta di betulle. Questo paesaggio di nuova vegetazione contrasta con le colline vulcaniche attraverso le quali avete camminato. Prendetevi una pausa tra gli arti di betulla a strapiombo, mentre una diversa tonalità di verde vi avvolge. Soggiornate la notte al Langidalur a Thorsmork, un’affascinante capanna situata lungo la confluenza di due fiumi.

7° giorno: Magni e Modi

L’escursione fino al Passo di Fimmvordurhals rende questa tappa del viaggio la più ripida dell’intero trekking, con un totale di 2950 piedi di dislivello. Osservate i panorami mozzafiato del ghiacciaio Mýrdalsjökull. Camminate lungo le creste e attraverso gli altipiani, a volte usando le catene per aiutarvi nella salita. Presto, sarete sul luogo dell’eruzione del 2010, dove si sono formati due nuovi crateri, Magni e Modi. Testimoniare una storia geologica così recente è un vero piacere. Da qui, un breve trekking verso il piccolo rifugio di montagna di stasera.

Giorno 8 e 9: A Skogar & Partenza

Salire su una vista dell’oceano, se la mattina è serena. Godetevi l’ultima mattinata in una capanna di montagna tra due ghiacciai di proporzioni epiche. Iniziate la vostra escursione attraverso altipiani aridi fino a raggiungere il fiume Skoga, dove oltre 23 cascate animano il paesaggio mentre scendete verso Skogar. L’acqua rimbalza dalle scogliere verdi e muschiate lungo gli ultimi chilometri di sentiero. Raggiungete la città di Skogar, dove vi attende un autobus per tornare a Reykjavik.

Dettagli del viaggio

Laugavegur Skogar Hut-to-Hut Backpacking Trek attraversa il paesaggio incomparabile dell’Islanda meridionale. Le capanne sono rustiche e comuni, ma offrono un’atmosfera accogliente e un rifugio dalle intemperie potenziali. Le guide preparano tutti i pasti durante il trekking, dalla prima colazione del secondo giorno fino al pranzo dell’ultimo giorno. Gli ospiti sono tenuti a portare con sé zaini, in media 30-40 libbre, con cibo di gruppo e attrezzatura personale. Wildland si occupa di tutta la logistica necessaria per rendere questa escursione piacevole ma impegnativa dal punto di vista fisico.

Quando farlo

L’estate offre le condizioni climatiche ideali per questo trekking, anche se si può incontrare freddo, pioggia e vento tutto l’anno. Giugno e luglio in Islanda rimangono leggeri a tutte le ore, quindi assicuratevi di portare un buff o qualcosa di comparabile.

4. Lost Coast Trek, California

Questo sentiero remoto di 25 miglia segue il tratto di costa californiana talmente accidentato che è accessibile solo agli escursionisti. Uno degli ultimi tratti di costa non sviluppata della costa occidentale, il Lost Coast Trail è un gioiello di natura selvaggia preservata. La King Range, alta come guardiano dell’Oceano Pacifico, ospita un’abbondanza di specie vegetali e animali. Gli escursionisti possono avvistare creature forestali come cervi o orsi, la vita marina come foche o balene e specie intercotidali come stelle marine e ricci. Qui sulla Lost Coast, la solitudine di questo paesaggio non marcato ti cattura e il suono delle onde che si infrangono ti culla nel sonno.

Itinerario escursionistico

Giorno 1

Dopo aver trascorso la sera in campeggio e dopo aver esplorato vicino al lago Clear Lake il giorno precedente, partite verso la Hidden Valley Trailhead. Questo sentiero si trova nella King Range National Conservation Area, e l’escursione di mezza giornata fino a Chemise Mountain è un’ottima aggiunta al trekking sulla Lost Coast. Tenete d’occhio l’alce di Roosevelt mentre attraversate un prato idilliaco. Un’escursione di andata e ritorno di cinque miglia vi porterà alla cima del Chemise Mountain, dove potrete godere di una vista panoramica della costa del Pacifico sottostante. Questa vista a volo d’uccello vi offre una prospettiva unica sul terreno che attraverserete. Dopo la discesa verso l’auto, proseguite fino al Shelter Cove Trailhead, dove prendete una navetta per il Mattole Trailhead, il punto più a nord del sentiero della Lost Coast.

Giorno 2

Oggi inizia l’escursione lungo il Lost Coast Trail. Escursione di due miglia attraverso l’erba delle dune. Dopo questo tratto veloce, c’è una zona di marea che è percorribile solo con la bassa marea. Pianificate attentamente questa parte del trekking. Poco dopo aver attraversato la zona di marea, si arriva al faro di Punta Gorda. Famoso per la sua natura isolata, questo faro è stato in uso fino agli anni Cinquanta. Oggi è iscritto nel Registro Nazionale dei Luoghi Storici ed è gestito dal Bureau of Land Management. Dopo Punta Gorda, le falesie si inaspriscono, costringendo gli escursionisti a salire e a superare la scogliera di 200 piedi. Accamparsi su questa scogliera che si affaccia sull’oceano e godere di fantastici tramonti.

Giorno 3

Questo tratto di sentiero vi porta attraverso la seconda zona di marea, lunga quattro miglia. Un’attenta pianificazione è necessaria per navigare in questa parte difficile prima dell’arrivo delle maree. Osservate i vostri passi mentre camminate su sabbia e rocce aspre fino a Randall Creek. I numerosi ruscelli d’acqua dolce che incontrerete lungo il sentiero forniscono eccellenti fonti di acqua potabile, ma assicuratevi di portare un filtro. Proseguite per qualche chilometro su una cresta boscosa e superate un altro torrente fino a raggiungere il campo per la notte, immerso sotto la copertura forestale con una magnifica vista sull’oceano.

Giorno 4

Continua lungo la spiaggia, osservando le onde spumeggianti che si infrangono sulla riva. Escursione attraverso Miller Flat – una vasta distesa di legno abbandonato e rocce levigate. Rapidamente, si raggiunge l’ultima zona di marea del viaggio. Qui, con l’alta marea, il furioso oceano incontra la foresta. Speriamo che abbiate pianificato di conseguenza e che stiate attraversando questo terreno con la bassa marea. Nonostante la vostra pianificazione, potrebbe essere necessario cronometrare i vostri attraversamenti tra le onde che si infrangono. Poco dopo, avvicinatevi a Gitchell Creek e lasciate riposare la mente; ora potete godervi le escursioni senza preoccuparvi delle carte delle maree. Terminate la giornata a Buck Creek e festeggiate la vostra escursione con una deliziosa cena in campeggio.

Giorno 5

Un’escursione di 6 miglia vi aspetta nell’ultimo giorno lungo il sentiero della Costa Perduta. Percorrete con disinvoltura le spiagge di sabbia nera e gli abeti di Douglas. Presto, la civiltà entra in vista avvicinandosi a Shelter Cove e individuando case e altri segni della vita quotidiana. Immergetevi negli ultimi momenti di solitudine (e i suoni e gli odori del mare) prima di tornare al parcheggio dove la vostra auto vi aspetta.

Dettagli del viaggio

Il Wildland’s Lost Coast Trek segue l’intera parte settentrionale del percorso lungo la drammatica costa californiana. Wildland pianifica per voi tutta la logistica – dal permesso, al cibo, alle maree – e siete accompagnati da una guida esperta che vi aiuterà ad ottenere il massimo dalla vostra esperienza. Questo è un modo senza stress, emozionante e avventuroso di fare un’escursione sul Lost Coast Trail.

Se si sceglie di fare escursioni senza guida, per tutte le escursioni notturne lungo il Lost Coast Trail sono necessari permessi per tutto l’anno. È necessario prenotare in anticipo, in quanto il BLM non rilascia permessi di accesso. La vostra migliore possibilità di ottenere il permesso che desiderate è il 1° ottobre quando i permessi vengono rilasciati per l’anno successivo.

Quando farlo

Da maggio a ottobre sono i mesi più piacevoli per percorrere questo sentiero, ma è possibile percorrere il Lost Coast Trail tutto l’anno. Se avete intenzione di fare escursioni da novembre ad aprile, preparatevi con strati aggiuntivi e attrezzatura da pioggia. Pianificate il vostro viaggio in base alle maree, perché questo sentiero diventa inaccessibile in certi periodi dell’anno.

5. Cordillera Huayhuash Portered Trek, Peru

La Cordillera Huayhuash è una sottogruppo delle Ande peruviane, una splendida collezione di 18 miglia di imponenti montagne innevate che si ergono su laghi alpini turchesi. L’intero circuito si trova sopra l’albero, offrendo agli escursionisti una vista ininterrotta sul grandioso scenario montuoso. Questo trekking è remoto e aspro, e gli escursionisti potranno godere di una relativa solitudine paragonabile a quella dei trekking vicini. Provate la meraviglia delle Ande mentre attraversate valli che si trovano sotto monoliti di 20.000 piedi. Quest’avventura non è per i deboli di altezze cardiache e terreni accidentati, anche per gli escursionisti più esperti, ma per chi cerca una sfida, la Cordillera Huayhuash è una destinazione eccezionale.

Itinerario escursionistico

Giorni 1 e 2: Giorni di acclimatazione

Dopo essere arrivati alle alte quote di Huaraz, in Perù, è fondamentale prendere un giorno per acclimatarsi. Oggi, inizia una breve escursione di 3 miglia fino al lago Wilcacocha per sgranchire le gambe e mettere alla prova il proprio corpo. Al lago, godetevi la vista panoramica della Cordigliera Blanca. Il secondo giorno serve come ulteriore giorno di acclimatazione. Escursione al lago di Churup vicino a Pitec: un trekking leggermente più lungo e panoramico rispetto al primo giorno. Il lago si trova a 14.599 piedi, quindi fate attenzione al vostro corpo. Salite su un sentiero ripido, con tratti avventurosi dove si sale su una corda fissa su un terreno roccioso. Le tonalità acquamarina del lago Churup riflettono la cresta frastagliata del monte Churup. Scendete lungo un sentiero diverso e, infine, tornate a Huaraz per l’ultima serata in albergo prima del trekking.

Giorno 3

Lasciare Huaraz e guidare per quattro ore fino alle rovine di Wanuku Pampa per un giorno di riposo. Trascorrete del tempo passeggiando per questo intrigante sito archeologico prima di salire in macchina per altre quattro ore di macchina. Queropalca, dove è allestito il campo, servirà come punto di partenza per il trekking della Cordillera Huayhuash.

Giorno 4

Rompete il campo, caricate i muli e partite per la vostra prima escursione di sei miglia lungo il sentiero Cordillera Huayhuash. La destinazione di oggi, il lago Carhuacocha, si trova in mezzo a vasti campi erbosi con un’epica cornice montana. Siula Grande, Yerupaja e Ninashanca vi ombreggiano sopra di voi. Se avete l’energia da risparmiare dopo aver allestito il campo, fate una breve escursione laterale lungo la valle verso Laguna Quesillococha, Laguna Siula e Laguna Jancacocha. Qui, le cime scolpite dal ghiaccio raggiungono il cielo dal fondovalle. Ritorno al campo, dove potrete gustare una ricca cena prima di addormentarvi sotto migliaia di stelle scintillanti.

Giorno 5

Iniziate la giornata con una colazione peruviana preparata dalle vostre guide prima di preparare il campo. Camminare oltre le rovine degli Incan verso il passo di Carhuac. Al passo, le alte cime che ti avvolgono, e si può sentire la loro potenza e grandezza. Godetevi un pranzo al sacco prima di scendere al campo di Mitucocha per la notte. Il tramonto getta tonalità dorate sulle dolci colline e sul ghiaccio glaciale del Monte Jirishanca.

6° giorno

Partite presto perché le sei miglia dell’escursione di questo giorno sono faticose. All’inizio del trekking, tieni d’occhio le vicuñas, un animale legato al pascolo dei lama nelle colline erbose. Il Cacananan Pass, che si trova a 15.419 piedi, offre una vista mozzafiato sulla valle sottostante. Questo tratto di sentiero è uno dei punti salienti del viaggio; il paesaggio remoto è al tempo stesso stimolante e umiliante. Scendere 2000 piedi per accamparsi a Cuartelhuain in un prato lussureggiante accanto a un ruscello che balbetta.

Giorni 7 & 8

Un’altra giornata di escursioni epiche vi porta su e oltre il vostro terzo e ultimo passo di montagna: Passo Sambuya a 15.583 piedi. Le ampie vedute del lago Solterachocha mostrano sfumature di blu che non si vedono spesso nel mondo naturale. Osservate la roccia striata e lo scioglimento della neve sulla parete ovest di Yerupaja. Una volta scesi dal passo, dirigetevi verso il campo dell’ultima notte al lago Jahuacocha. L’ultima mattina, un sentiero pianeggiante e tortuoso vi riporta alla vita reale mentre vi dirigete verso il villaggio di Llamac. Dopo due ore di escursioni, arrivate in città, fate i bagagli, pranzate e poi salite in macchina per cinque ore di viaggio di ritorno a Huaraz, dove festeggerete la vostra ultima notte in Perù.

Dettagli del viaggio

Questa escursione di più giorni di Wildland Trekking è un’escursione di più giorni, per cui ci si può aspettare di portare con sé solo un bagaglio di un giorno mentre si attraversa un incredibile terreno d’alta quota. Anche se si tratta di un viaggio di dieci giorni, più giorni di acclimatazione ti permettono di sentirti al meglio quando sei sul sentiero Cordillera Huayhuash. Tutti i pasti lungo il sentiero e al campo sono preparati dalla vostra guida.

Quando farlo

Da maggio a settembre. In altre stagioni, la neve spesso impedisce agli escursionisti di attraversare i passi di montagna. Non importa il periodo dell’anno, le temperature fredde sono frequenti nelle alte montagne delle Ande, quindi andate preparati.